maggio 20, 2012

Bimbo tu

Cappellino scuro forse di lana, fino a coprirti gli occhi, nasino e bocca intubati, un lenzuolo bianco su su, fino al mento. Ho visto solo le tue bellissime orecchie rosa passarmi davanti in velocità, non riuscivi proprio a nasconderle tu, così piccolo, spinto su quella barella enorme da tre camici verdi. Passando hai afferrato tutto ciò che avevo, me lo hai strappato via, hai fermato ogni cosa. Avrei voluto seguirti in quella sala operatoria e piangere con te tenendo le tue mani tra le mie, ma ho potuto solo confondermi al muro, farti spazio e poi chiudere gli occhi.
Ora ti sogno cullato dai tuoi genitori in una stanza bianca piena di fiori e di sole. Sei là? Riesci a vedere una mosca grassa sul soffitto? Sono io sai? Ecco. Aspetto solo di vederti sorridere e dopo, lo prometto, volerò via.

Nessun commento:

Posta un commento