maggio 10, 2012

Vivere

Ciao tu, ciao tu, ciao anche a te. (saluta tutti quelli che passano e poi si rivolge al padre) Papi ma quanti sono i morti?
- Tanti, più dei vivi, mia cucciola.
Ma tutti muoiono?
- Sì, tesoro, tutti noi diventiamo vecchi e alla fine muoriamo.
Papà che dici? Anche i bambini muoiono qualche volta.
- Beh ci sono gli incidenti, e le malattie, e a volte per colpa degli adulti. (sospira) La vita è complicata, bambina mia. (la guarda malinconico)
E cosa fanno quando muoiono?
- Vanno in cielo a giocare e a divertirsi.
Ma allora io che ci faccio qui? Voglio andare a giocare con gli altri bambini morti. Cos'è quello papi? (indica un puntino tra le nuvole)
- Ahhh, sì, lo aspettavo. E' un angelo tesoro, viene per te (l'Angelo atterra con una piroetta, si inchina, sorride e con dolcezza prende la mano della bimba).
Papà e tu?
- Io devo vivere ancora un po' tesoro. Ma non ti preoccupare, ho un tumore allo stato terminale, ti raggiungerò lassù.
Ho paura papà.
- Non devi angelo mio, vai nel posto più bello che ci sia. E saremo presto di nuovo insieme.
E la mamma?
- Beh lei purtroppo scoppia di salute cucciolina mia. Non mi guardare così. Se la uccido poi tu la troveresti qui prima del tempo, ma io finirei altrove e non saremmo mai più uniti. Dovrai aspettare.
E Giuseppe?
- Devi avere pazienza piccolina, tuo fratello è ancora un bimbo, ci vorranno molti anni prima che muoia, se non gli succede qualcosa prima ovviamente, ma un giorno saremo di nuovo tutti insieme (la bimba piagnucola un po') Vai ora (le asciuga gli occhi, le prende le spalle e le dà un bacio in fronte. La guarda volar su con l'Angelo, rimanendo poi a lungo a fissare il cielo azzurro. Infine abbassa lo sguardo, mette le mani in tasca e tira fuori la ricetta per la chemioterapia, la guarda a lungo e poi la straccia. Si adagia su una panchina di un piccolo parco, come per dormirci sopra, chiude gli occhi e attende)
(Non ci vuole molto, il suo corpo senza vita viene ritrovato l'indomani. Sua figlia lassù, informata dell'accaduto, ride felice).

Nessun commento:

Posta un commento