aprile 12, 2016

Sotto due soli

Tu non hai ancora visto il sole che ti ho mandato su whatsapp. Un tramonto algido e immobile, privo di colore, di giallo di rosso d’ocra o di amaranto, senza neppure sprazzi di blu, senza viola. Quello è il sole che ho lasciato oggi impolverandomi sulla sterrata, ghiacciato, enorme e bianco, cuore freddo di nuvole grigie e sottili.

Quando uscirai dal lavoro e con la tua mano correrai a vedere il mio messaggio ti prego esita, aspetta.
Anzi cancella quella foto, non aprirla, non indagarne i dettagli. Dammi il tempo per mandarti un sole giallo che esploda di colore: due ritocchi con photoshop e ti manderò la mia speranza. Non lo struggimento del nostro mistero, né la malinconia della distanza tra noi, ma il giallo il rosso e l’ocra che ti descrivano, voglio mandarti l’amaranto, con sprazzi di blu e di viola per sorprendere i tuoi occhi. Voglio mandarti nuvole rosa che ti sorridano, voglio infonderti vapore caldo. Dammi solo il tempo di trovare il filtro giusto, saremo presto di nuovo felici.

Nessun commento:

Posta un commento