aprile 12, 2013

L'ultima miniera

"Ma perché?"
"Così, Sonya, una parte di me farà parte di te e poi parte della tua vita".
"No, Roger. Mi dispiace".
"Ma tu vuoi un figlio! E il mondo ne ha bisogno".
"Sì. E non è che lo voglio, ma devo proprio farlo, è una faccenda biologica".
"E chi altro oltre a me potrebbe... essere il padre? Sono l'ultimo maschio sulla Terra Sonya!"
"Non lo so, non lo so proprio Roger".
"E allora perché non io?"
"Non... noi non ci... Roger, scusami ma proprio non... riesco a immaginarti così?"
"Così come?"
"Che facciamo l'amore".
"Beh, potrei sempre donarti il seme, ci faremo aiutare da una dottoressa, di quelle ce n'è ancora tante".
"Tu saresti disponibile a..?"
"Sì".
"E poi con quella cosa... io..."
"Eh. Sì".
"Roger non so come dirtelo, non posso pensare di inseminarmi con il frutto del tuo orgasmo".
"Ma perché? Capisci che non capisco?"
"Non puoi donare senza... venire?"
"Eh?"

"Sì, potrebbe".
"E lei chi è? Sonya chi è questa?"
"Lei è-"
"Sono la dottoressa Shulzer. Qui per darvi una mano, o quel che serve".
"Che vuol dire? Chi la manda?"
"Su su, Roger, basta parlare di me, parliamo di Sonya, e di questo piccolo mostro che vuole concepire col suo seme che, detto tra di noi, è l'unico disponibile. Lo sa lei che è l'ultimo maschio fertile in circolazione?"
"Sì, certo".
"Spero si renda conto della sua importanza. Ora dovrà darci qualcosa di lei. Sonya lei ne stia fuori, è solo undicesima in lista d'attesa. Prego Roger, si cali i pantaloni e gli slip".
"Scusi? Si allontani! Oddio cos'è quello?"
"Ha molti nomi ma io lo chiamo estrattore".
"E che... che cos..?"
"Lo appoggeremo nell'area di prelievo, poi premerò questo pulsante, vede?, questo verde qui. Ci sarà una scarica. E poi aspetteremo qualche decina di secondi. Ripeteremo l'operazione una volta ogni tre giorni finché non troveremo il modo di accorciare i tempi tra un prelievo e l'altro".
"Oh mio.."
"Così, signorina Sonya, potremo avere tutto il seme che lei e le altre volete. Mi dia una mano a tenerlo fermo".
"Ma tu la conosci questa matta Sonya? E poi? Fará male? Lo ha già fatto altre volte?"
"No Sonya no. Ma lei sì, Roger".
"Cosa?"
"Ogni tanto la anestetizziamo e preleviamo dei.. campioni".
"Ma perché?"
"Non ci pensa? Se lei morisse il mondo sarebbe perduto. Non ci sarebbero più bambini. E quelli che nasceranno, invece, potrebbero essere fertili a loro volta. Capisce la sua importanza? Venga qui, ci dia lo sperma".
"Dottoressa Shulzer non mi sembra il modo..."
"Non inteferisca Sonya. Il suo seme è più importante di lei, di me, di chiunque. Anzi. Mi aiuti a immobilizzarlo".
"Ma dottoressa! Ero quasi riuscita a farmelo dare spontaneamente quando lei si è presentata qui, così aggressiva. Guardi, l'ha spaventato".
"Ma allora è vero, Sonya, voi due vi conoscete".
"Roger, lascia che ti spieghi".
"Sonya!"
"Vedi, Roger, abbiamo scoperto che prelevarti il seme sotto sedazione riduce la qualità degli spermatozoi. Bisogna farlo da svegli".
"Ma quindi tutte quelle chiacchiere.. l'ospitalità a casa tua..?"
"Roger, dovevamo farlo. Renditi conto".
"E cos'è la lista d'attesa?"
"Senta Roger, lei non sembra proprio voler capire la situazione. Lei è l'ultimo maschio sul pianeta".
"Questo già lo so, Shulzer. Ma non ha risposto alla mia domanda".
"La lista è l'elenco delle donne fertili che attendono il suo sperma in ordine di richiesta".
"Ah! E quante sono?"
"Vede Roger, è il minimo per dar vita ad un numero di maschi sufficiente in un futuro non lontano. Con l'assistenza e la competenza dei nostri scienziati lavoreremo sul genoma, ripopoleremo il pianeta".
"Quante?"
"Dodici milioni Roger, più o meno".
"Cosa?"
"La prego, si abbassi gli slip. Son passati tre giorni dall'ultimo..."
"Aspetti!"
"Cosa?"
"Non sono pronto".
"Guardi che il dolore durerà solo pochi minuti, un attimo e riempiremo questo contenitore fino all'orlo".
"Senta, si fermi... Non posso collaborare senza farmi male, senza tutto questo stress?"
"Certo che può. Abbassi gli slip e allarghi bene le gambe".
"E se mi toccassi io? Almeno non sentirei dolore".
"No, estrarrebbe solo una parte della sua produzione. Noi la vogliamo tutta. Ci serve".
"Non ha più senso allora farmi fare l'amore con molte donne?"
"Sta scherzando vero? Con ogni prelievo feconderemo decine di donne, non una sola. Naturalmente le è vietato masturbarsi".
"Cosa? Non può davvero credere che io non... per tutta la vita poi... Oddio, e queste chi sono?"
"Roger lei è in arresto!"
"Dica comandante Shulzer".
"Effettuerò subito un prelievo, poi portatelo al centro comando, sotto continua sorveglianza mi raccomando".
"No! Fermi! Sonya dille qualcosa".
"Ha ragione lei, Roger, sei troppo importante per procedere senza metodo".
"Voi, tagliate quegli slip, tanto non ne avrà più bisogno".
"Ma che volete? Ferme! Ferme! No! Nooooo!"
*ZOT*

Nessun commento:

Posta un commento