aprile 22, 2012

Transoceanica

Ventitre anni, novantasessantaottantadue, capelli neri newyork annodati all'insù senza remore con un piccolo vistosissimo fiocco rosso moulinrouge, due occhi dello stesso nero ma senza fiocco, due sopracciglia ad arco con diradamento philadelphia più pronunciato di quanto ti aspetteresti, il tutto ad incorniciare il sorriso siviglia rosso come il fiocco ma molto più interessante del nastro, con denti bianchissimi chicago visibili solo ai più fortunati come le due fossette ai lati, simili alla mosca d'ombra su quel mento parigi perfetto. Ecco, c'era anche tutto questo quella volta a Palos, Edward, quando hai scelto di partire. Perché piangi ora? Non sei felice per me e per lei? Tieni un fazzoletto Eddy, ti sta colando tutto il mascara e così io fuori non ti ci porto. Riprenditi dai, troverai un altro e questa volta, quando ti vorrai imbarcare sulla nave di un pazzo, fallo con qualcuno disposto a venire con te. Dai vieni qui che ti abbraccio. Poi andiamo però.